Sentenze e ricorsi

Assistenza legale

Lo Studio Legale Associato Rizzo e Vadalà nasce dalla sinergie di competenze ed esperienze diverse, per offrire al cliente un'assistenza legale completa e una tutela dei diritti violati. Lo studio dispone di sistemi informatici avanzati che permettono il collegamento diretto con i tribunali civili e amministrativi e le Corti d'Appello di tutta Italia, per conoscere lo stato delle procedure interessate e ricevere e notificare atti giudiziari, anche attraverso lo strumento della posta elettronica certificata.

Sentenze

Si richiamano le più recenti sentenze nei settori di maggiore interesse collettivo relative ai giudizi patrocinati dallo studio legale associato davanti alle autorità giudiziarie.

a) il diritto dei collaboratori tecnici universitari, in servizio presso A.O.U. o altri istituti convenzionati, ad essere equiparati al dirigente di I livello del ruolo sanità;

b) il diritto dei funzionari tecnici universitari, in servizio presso A.O.U o altri istituti convenzionati, ad essere equiparati al dirigente di I livello del ruolo sanità;

c) il diritto dei funzionari amministrativi universitari, in servizio presso A.O.U o altri istituti convenzionati, ad essere equiparati al dirigente di I livello del ruolo amministrativo;

d) il diritto degli operatori amministrativi universitari, in servizio presso A.O.U o altri istituti convenzionati, ad essere equiparati alla categoria C del ruolo sanità;  

e) il diritto degli assistenti tecnici universitari, in servizio presso A.O.U o altri istituti convenzionati, ad essere equiparati alla categoria D del ruolo sanità;

f) il diritto dei dirigenti sanitari e amministrativi a percepire tutte le voci del trattamento fondamentale stabiliti nel contratto;
g) il diritto in capo agli infermieri a percepire le indennità di terapia sub intensiva, terapia intensiva, manipolazione, inalazione o preparazione di farmaci antiblastici, rischio infezione HIV e altre malattie infettive.

h) il diritto del dipendente a svolgere mansioni compatibili con il proprio stato di salute.

i) l'annullamento di procedure d'appalto in mancanza delle capacità tecniche dell'impresa aggiudicataria e l'esecuzione specifica del contratto alla seconda classificata con il risarcimento danni.

l) la revoca dell'assegno di mantenimento corrisposto all'ex coniuge convivente con altro soggetto. La condizione economica del percettore dell’assegno di mantenimento dev’essere considerata nel suo complesso, ben potendosi procedere alla revoca dell’obbligo di corresponsione dell’assegno divorzile, ex art. 9 l. 898/70, qualora questi, oltre che per mezzo di propria attività lavorativa, tragga, anche grazie all’apporto economico del nuovo convivente, una fonte effettiva e non aleatoria di reddito, tale da assicurare adeguati livelli di autonomia e dignità e, dunque, un miglioramento sostanziale del tenore di vita.

Ricorsi

Si evidenziano alcuni ricorsi di maggiore significato giurisprudenziale e interesse collettivo che lo studio sta attualmente patrocinando.

a) la conversione dei contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato anche nel pubblico impiego;

b) il versamento dell'indennità di risultato per il personale dirigenziale sanitario e della produttività per il personale del comparto;

c) l'erogazione di tutte le indennità previste per il personale infermieristico in particolari condizioni di lavoro;

d) l'equiparazione del personale universitario presso A.O.U o altri istituti con il personale sanitario;
e) la progressione economica orizzontale per il personale in servizio presso A.O.U. ed università;

f) la giusta retribuzione per lo svolgimento di mansioni superiori;

g) la corretta applicazione del CCNL in materia di retribuzione, indennità, mansioni, incarichi e mobilità;

h) l'annullamento di procedure di gara in tema d'appalto di servizi, in cui le amministrazioni hanno proceduto ad annullare la prima aggiudicazione;

i) impugnazione di cartelle esattoriali INAIL e IRPEF per presunto mancato versamento di oneri contributivi e previdenziali, la regolarizzazione del rapporto di lavoro e l'emersione del lavoro sommerso;
Disponibilità anche via email all'indirizzo di posta elettronica certificata avvocatirizzoevadala@pec.giuffre.it
Share by: